ZONE DIGITALI
CLUSTER
TALES
Sologram - Tales
BOTH Industries
Matteo Taramelli, Valentin Markus Oppermann, Stella Elena Höttler, Jacopo Biffi

Ambulacri

2022, Video 4K, color, sound, loops Courtesy of the artists

Con un tocco ironico e surreale, AMBULACRI cattura istantanee di fantasia del mondo digitale contemporaneo, dove le dinamiche sociali sono guidate da algoritmi di controllo in uno stato di frenetica immobilità. AMBULACRI si ispira al fenomeno delle Echo Chambers: un sistema promosso dalle aziende dei social media che, con dal loro bisogno di attrarre e trattenere le persone sulle loro piattaforme, offrono un fittizio senso di appartenenza ad una comunità al fine di estrarne dati. In questa prospettiva, gli utenti non sono visitatori attivi, ma lavoratori inconsapevoli di aziende private che vendono le loro identità e inclinazioni al miglior offerente, fornendo in cambio distrazioni e una parvenza di impegno sociale. Le Echo Chambers rappresentano quindi luoghi esemplari per osservare uno spaccato dell'umanità contemporanea, sia nella sua dimensione intima che sociale. Le Echo Chambers di AMBULACRI sono abitate da due performer che rappresentano gli stereotipi del modello eurocentrico: un uomo e una donna nudi, esposti e vulnerabili che con i loro segni dell'abbronzatura si vesteno di un vago senso di benessere tanto caro alla classe agiata del mondo occidentale. Le figure umane diventano portatrici erranti di informazioni, messaggi ed energia. Sono in costante scambio con i loro vicini, influenzando, dirigendo e talvolta ostacolando la formazione di un quadro generale. Un'orda di camminatori nudi appare come un organismo instabile e frenetico la cui ripetizione di schemi gestuali, visivi e ritmici rivelano a poco a poco il codice nascosto che guida le loro dinamiche interiori.


BOTH — Industries è un'associazione svizzera composta dall'artista visivo e architetto Matteo Taramelli, dagli artisti performativi Stella Höttler e Valentin Oppermann e dal sound artist Jacopo Biffi. Miriamo ad esplorare i modelli emergenti di attrito e ibridazione tra la sfera fisica e quella digitale e approfondire la comprensione delle sue ripercussioni sulla società contemporanea. Con una pratica artistica transdisciplinare vogliamo tradurre le nostre riflessioni su questo fenomeno in una dimensione estetica e speculativa, e immaginare nuovi formati e metodologie creative che intrecciano sperimentazione audiovisiva, live performance e space design.